CUNTÉ MUNFRÀ è il racconto del Monferrato e, insieme, del mondo, di fatiche e speranze, di respiri e ansie: storie di sempre, storie sempre nuove, inattese.
CUNTÉ MUNFRÀ giunge nel 2018 alla diciassettesima edizione e si dà radici in una terra benevola dai larghi fianchi, dalle morbide curve, che accoglie in quiete viaggiatori e stanziali, santi e saltimbanchi, curiosi e incantati.
CUNTÉ MUNFRÀ è per l’uomo della complessità che vuole appaesarsi, che cerca un luogo dove continuare a interrogarsi. Camminatore di domande.

Questa rassegna è dal 2002 uno dei più importanti appuntamenti culturali del Monferrato Astigiano.
Nata per volontà dell’Unione Colli Divini - nel cuore del Monferrato e della casa degli alfieri - Archivio della Teatralità Popolare è da allora sostenuta dalla Regione Piemonte, dagli Enti Locali coinvolti, dalla Fondazione CRT.
E' realizzata in collaborazione con la rivista Astigiani.
La direzione artistica di Cuntè Munfrà, fin dall’inizio della rassegna, è affidata a Luciano Nattino, regista, autore ed esperto di cultura popolare, coadiuvato da Massimo Barbero.

Il programma è realizzato in vari luoghi e spazi fuori dai teatri dei cinque Comuni dell'Unione (Casorzo, Castagnole Monferrato, Montemagno, Scurzolengo, Viarigi), con ulteriori appuntamenti ad Asti.
Sono in corso contatti con ulteriori Comuni dell’astigiano, per ampliare l’area.
Particolare attenzione è dedicata ad inediti luoghi di rappresentazione, di particolare pregio architettonico e paesaggistico tra le dolci colline vitivinicole di questo territorio.

E’ una rassegna che inizia nel periodo del “ribollir dei tini” quando l’odore di mosto si fa forte e riappare la bruma nei “varej”. Sono gli ultimi giorni in cui, nelle piazze e nei cortili, ci si può ancora incontrare, fare festa, ascoltare musica o racconti. Per accompagnarci fino al periodo natalizio.
Ne approfittano così gli Alfieri, quelli della Casa in collina a Castagnole Monferrato, che da anni attivano nuovi legami tra comunità e teatro, tra teatro e arte, tra arte e natura.
In un confronto tra tradizione e innovazione, tra invenzione e riproposta.
Poiché memoria è vita. E raccontare/raccontarsi è un atto vitale.
Camminatori di domande.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso gratuito.
Info: luciano.nattino@casadeglialfieri.it
fb casa.degli.alfieri

#cuntemunfra2018